Protocollo ITACA

Versione stampabileInvia a un amico

Il Protocollo ITACA è uno strumento per la certificazione del livello di sostenibilità ambientale di edifici di diverse destinazioni d’uso. E’ promosso dalle Regioni Italiane e gestito da uno specifico comitato (Comitato di Gestione) che oltre a rappresentanti di queste ultime e di ITACA vede la partecipazione di iiSBE Italia e di ITC-CNR. Il Protocollo ITACA è basato su SBMethod di iiSBE, scelto nel 2002 come riferimento dalle regioni italiane.

Il sistema Protocollo ITACA si configura come una federazione di protocolli di valutazione regionali caratterizzati da una metodologia e da requisiti tecnico-scientifici comuni. L’idea è quella di condividere uno standard comune ma di permetterne una declinazione a livello locale.

Il Protocollo ITACA, proprio grazie alle caratteristiche di SBMethod, consente una contestualizzazione alla peculiarità territoriali delle regioni, pur mantenendo la medesima struttura, sistema di punteggio e di pesatura. Questa qualità è particolarmente importante per l’Italia in quanto caratterizzata da profili climatici e da prassi costruttive diverse.

Ad oggi numerose Regioni hanno adottato il Protocollo ITACA quale strumento di supporto delle proprie politiche sul territorio. Esistono versioni regionali del protocollo in:

Versioni derivate dal Protocollo ITACA sono state elaborate in Regione Umbria (VSA), Friuli (VEA) e Veneto (Biover).